Diamo i numeri… (50e50 su Milano e 194/78 su Roma)

Il 20 e 21 giugno ci sono state due sentenze molto importanti. Per le donne, per la democrazia.

Sulla sentenza della Corte Costituzionale in merito alla costituzionalità della legge 194/78 ho già scritto e rilanciato il post di Loredana Lipperini.

La sentenza del 21 giugno riguarda invece la democrazia paritaria.

Come potete leggere sul pdf pubblicato da Lorella Zanardo, il Consiglio di Stato ha dichiarato illegale la giunta della Regione Lombardia. Confermando il giudizio del Tar, è stata infatti ribadita la violazione della legge comunitaria, nazionale e regionale in merito alla composizione della giunta. Formigoni al momento tace. Continua a leggere

Annunci

Come una donna in una società sessista

Leggo un articolo di Concita De Gregorio e mi fermo a riflettere.

In questo periodo non ho avuto nè voglia nè tempo per scrivere. Nuovi progetti, nuove avventure hanno avuto la priorità.

Questo testo però mi ha suscitato commenti e riflessioni sia su fatti passati sia sul futuro e ho sentito il bisogno di esternarli.

Premetto dicendo che Concita De Gregorio mi ha un pò stancata con questa storia del momento giusto! Mi viene infatti da chiedere: giusto per chi? Per le donne certo, ma perchè ieri non lo era? La vivo come l’ennesima chiamata alla discesa in piazza. Volendo ignorare il fatto che di donne che scendono in piazza, che lottano, che si ribellano ce ne sono eccome e lo fanno sempre, non quando qualcuno dice loro di poterlo fare. Peccato però che queste donne spesso non trovano voce nei media. Continua a leggere