Ecco perchè è importante avere donne a capo dei giornali

Questa la copertina di Panorama del 28 giugno. La prima pagina viene dedicata alla rappresentazione dell’ennesima donna  sottomessa (sottomissione rivendicata con orgoglio).

Panorama non è certo una rivista che solitamente dedica le proprie copertine a dei libri. Però se si tratta di sbattere in prima pagina una donna sexy e sadomaso è chiaro che un’eccezione si può fare.

Il direttore Giorgio Mulè sapeva che in tant@ ne avrebbero parlato, era quello che voleva e lo sappiamo. Però quello che non aveva previsto era sicuramente la reazione di Cipriana Dall’Orto e di Vera Montanari, direttore di Donna Moderna e Grazia. Continua a leggere

Annunci

Non sono #mediacomplice

Se non condividi le parole e le immagini che televisione e giornali usano per parlare di femminicidio

Se credi sia opportuno che il mondo dell’informazione debba adottare un codice etico in caso di femminicidio.

Se ogni volta che leggi o senti parlare di delitto passionale vorresti urlare: LE PAROLE SONO IMPORTANTI!

Allora anche tu non sei #mediacomplice!

Facciamo pressione affinchè i media, soprattutto quelli tradizionali, adottino un nuovo linguaggio.

Per questo aderisco all’appello lanciato da Anarkikka:

Mi rivolgo a tutti i media, bloggers, mezzi di informazione: adottate il “bollino“! Assumiamoci la responsabilità di cambiare il linguaggio utilizzato nel raccontare l’assassinio di una donna! Basta con i soliti aggettivi che implicitamente tendono a giustificare la violenza nei confronti delle donne: geloso, abbandonato, solo, disperato…