ci siamo per dire che ci riguarda

laboratorio donnae

556826_4963526294425_2020845352_nQuesta mattina presso il Tribunale di Pesaro si è tenuta la prima udienza del processo per l’aggressione a Lucia Annibali, che vede imputato il suo ex fidanzato, Luca Varani, e due uomini di origine albanese,  Rubin Ago Talaban e Altistin Precetaj. […] All’uscita dal Tribunale, Lucia Annibali, nascosta da occhiali e cappello, è stata accolta da tante donne accorse per mostrare solidarietà a lei che ormai è diventata un simbolo per tutte quelle donne che combattono contro l’”amore malato” dei loro compagni. 

Comunicato dell’Udi di Pesaro

Questa mattina al sit-in davanti al Tribunale di Pesaro noi c’eravamo, con la consapevolezza di partecipare a fianco di Lucia ad una giornata terribile. La rappresentazione della giustizia ha avuto il suo corso, ma con Lucia in quell’aula del tribunale c’eravamo anche noi a ricordare il femminicidio.

L’abbiamo vista all’uscita, nel suo cappotto rosso, un timido saluto, un’esile figura che emergeva tra la scorta…

View original post 166 altre parole

Annunci

VOGLIAMO ESSERCI E DIRE CHE CI RIGUARDA

Lunedì 9 dicembre 2013, Pesaro, presidio davanti al Tribunale, in Piazza Carducci dalle ore 9 alle ore 13

Invitiamo a partecipare chiunque voglia portare la propria solidarietà a Lucia e dire stop al Femminicidio

A otto mesi dall’attentato si avvia l’iter giudiziario che vede Lucia davanti a coloro che sono accusati di esserne gli autori. Saremo di nuovo davanti al Tribunale per dire a Lucia che ciò che avverrà lì dentro non riguarda solo lei, perché anche noi, come in ogni caso di femminicidio, ci sentiamo parte lesa. Continua a leggere

– Omofobia?!? NO, grazie!!!

femminismi.it

no-omofobia
Omofobia? No grazie. In merito alle dichiarazioni di Lotta studentesca sui diritti delle coppie Lgbt.

In merito alla nota di stampa  diffusa dal rappresentante di Lotta Studentesca di Pesaro in data 24 maggio 2013 circa il suicidio di un noto militante francese dell’estrema destra, le/i sottoscritte/i invitano il signor Prefetto a prendere in considerazione la caratteristica del testo, il quale pare sorpassare di gran lunga la critica politica per soffermarsi sull’ incitazione a plateali azioni omofobiche; si tratta di un comunicato di plauso ad un gesto autolesionistico oltremodo contraddittorio e mito-maniacale i cui meccanismi di assegnazione della colpa sono già purtroppo rinvenibili nei recenti episodi violenti a sfondo ideologico, caratterizzati da delirio integralista religioso e da rievocazione dell’ideologia nazi-fascista, avvenuti in Europa. Chiediamo perciò al garante della sicurezza cittadina di mettere in atto ogni azione di prevenzione che possa considerarsi opportuna. L’invito è esteso a tutti rappresentanti delle istituzioni provinciali…

View original post 158 altre parole

-Basta violenza, solidarietà a Lucia, sit-in

Martedì a Pesaro, insieme contro la violenza!

femminismi.it

tribunale_sit_in_aprile_13

Ringraziamo tutte/i coloro che sono stati al sit-in di oggi, che si è trasformato in una piccola manifestazione, il presidente del Tribunale, Perfetti, ha ricevuto una nostra delegazione e ci ha acconsentito di ripararci dal breve piovasco all’interno dell’atrio, cosa assai inusuale. Presso il tribunale e il mercato settimanale , a due passi da piazza carducci e dal tribunale, abbiamo distribuito oltre 800 volantini col testo del sit-in, tradotti anche in albanese, russo e arabo, i testi sono disponibili:  albanese  Oggi    arabo Oggi_arabo.
Tenetevi connesse per le prossime riunioni di approfondimento sulla vicenda e sul femminicidio in provincia… .
sit_in_aprile_13
Martedì 30 aprile
, Pesaro, presidio davanti al Tribunale, in Piazza Carducci dalle ore 10 alle ore 12,
invitiamo a partecipare chiunque voglia manifestare contro ogni violenza sulle donne.
Esprimiamo tutte la nostra solidarietà a Lucia, aggredita vigliaccamente con l’acido nella nostra città. Un gesto simile non merita nessuna…

View original post 243 altre parole

14 febbraio 2013

Per il giorno di San Valentino le donne dell’Udi di Pesaro hanno deciso di regalare delle “valentine differenti” alle ragazze delle scuole superiori. Delle valentine scritte da donne per le donne. [Le immagini sono della fotografa Dina Goldstein.]

Sotto, il volantino -documento politico dell’Udi di Pesaro- su San Valentino, violenza sulle donne e one billion rising.

La violenza sulle donne non è un fatto privato ma riguarda tutte/i. L’Italia è ancora del tutto inottemperante rispetto agli standard e agli impegni internazionali: per l’elevata prevalenza della violenza nei confronti di donne; per l’allarmante numero di donne uccise dai propri partner o ex-partner (femminicidi); per il persistere di tendenze socio-culturali che minimizzano o giustificano la violenza domestica; per l’assenza di rilevamento dei dati sul fenomeno; per la mancanza di coinvolgimento attivo e sistematico delle realtà della società civile competenti per contrastare la violenza; per le attitudini a rappresentare donne e uomini in maniera stereotipata e sessista nei media e nell’industria pubblicitaria. Continua a leggere

Appello dell’UDI di Pesaro

APPELLO A GIORNALISTI E GIORNALISTE, DIRETTRICI E DIRETTORI DI GIORNALE, ALLE REDAZIONI.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ci sentiamo di scrivere questa lettera per sottoporvi una riflessione che coinvolge voi in veste di professionisti dell’informazione e noi, donne di una associazione, in veste di cittadine che leggono i giornali su cui scrivete, attente a come le notizie sono rappresentate.

Come ben sapete sono più di 100 le donne uccise nel 2012 per mano di un uomo, delitti consumati all’interno di relazioni o della famiglia, ce li avete descritti voi: mariti, compagni, fidanzati, ex mariti o ex fidanzati, padri, fratelli. Le rassicuranti mura domestiche diventano il terreno migliore della” mattanza” delle donne, luogo dove le relazioni e i conflitti si trasformano in orrore e tragedia. Continua a leggere

Diamo i numeri… (50e50 su Milano e 194/78 su Roma)

Il 20 e 21 giugno ci sono state due sentenze molto importanti. Per le donne, per la democrazia.

Sulla sentenza della Corte Costituzionale in merito alla costituzionalità della legge 194/78 ho già scritto e rilanciato il post di Loredana Lipperini.

La sentenza del 21 giugno riguarda invece la democrazia paritaria.

Come potete leggere sul pdf pubblicato da Lorella Zanardo, il Consiglio di Stato ha dichiarato illegale la giunta della Regione Lombardia. Confermando il giudizio del Tar, è stata infatti ribadita la violazione della legge comunitaria, nazionale e regionale in merito alla composizione della giunta. Formigoni al momento tace. Continua a leggere