Non sono #mediacomplice

Se non condividi le parole e le immagini che televisione e giornali usano per parlare di femminicidio

Se credi sia opportuno che il mondo dell’informazione debba adottare un codice etico in caso di femminicidio.

Se ogni volta che leggi o senti parlare di delitto passionale vorresti urlare: LE PAROLE SONO IMPORTANTI!

Allora anche tu non sei #mediacomplice!

Facciamo pressione affinchè i media, soprattutto quelli tradizionali, adottino un nuovo linguaggio.

Per questo aderisco all’appello lanciato da Anarkikka:

Mi rivolgo a tutti i media, bloggers, mezzi di informazione: adottate il “bollino“! Assumiamoci la responsabilità di cambiare il linguaggio utilizzato nel raccontare l’assassinio di una donna! Basta con i soliti aggettivi che implicitamente tendono a giustificare la violenza nei confronti delle donne: geloso, abbandonato, solo, disperato…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...